Auto compatte 2019, la top 5 al Salone di Ginevra

Le migliori auto compatte viste al Salone di Ginevra 2019: classifica migliori 5. Al primo posto c’è la Peugeot 208, ed a seguire la Renault Clio e Twingo restyling, la nuova Skoda Scala, la Toyota Corolla (nella versione più cattiva GR e quella più dedita all’avventura Treck) e le italiane Abarth 595 esseesse ed Alfa Romeo Giulietta restyling. Le cosiddette utilitarie sono fra le auto più diffuse sulle nostre strade. Dunque c’è tanta curiosità per scoprire i nuovi modelli. Tra quelle presenti nella nostra classifica ci sono quattro nuovi progetti (208, Clio, Scala e Corolla) e tre restyling di modelli già esistenti (Twingo, Abarth e Giulietta). Ma ora andiamo con ordine e scopriamo le loro caratteristiche.

TOP 5 auto compatte novità al Salone di Ginevra 2019

  1. Peugeot 208
  2. Renault Clio/Twingo
  3. Skoda Scala
  4. Toyota Corolla GR/Trek
  5. Abarth 595 esseesse/Alfa Romeo Giulietta
Please follow and like us:

Avv. Bordoni: Alla presa con le clausole (non più?) vessatorie

Di seguito pubblichiamo l’autorevole parere dell’Avv. Marco Bordoni del foro di Bologna, noto ed esperto professionista delle questioni riconducibili alla Rc-Auto e in generale alle compagnie assicuratrici. “Una recente sentenza della Cassazione ha stabilito che la clausola Nuova Prima Global (del circuito “Presto e Bene”) non è vessatoria. Cosa deve fare l’ artigiano indipendente e la vittima della strada? Prima cosa: tenere a mente che, se ci si muove bene, tale precedente si applica solo alle garanzie dirette, non alla R.C. auto.” Leggi tutto

Please follow and like us:

Targa Prova: emergenza sta rientrando

Silvano Fogarollo, Presidente Regionale Veneto degli autoriparatori di Confartigianato: “No allarmismi! Errore indotto da una nota del Viminale già in fase di correzione dopo le nostre pressioni. Già uscita circolare dal Ministero dell’Interno che richiama di evitare ogni azione sanzionatoria”  Targa prova valida solo sui mezzi da immatricolare o privi di carta di circolazione? Una recente circolare del Ministero dell’Interno, in risposta ad una richiesta di chiarimenti da parte di una Prefettura, circa l’uso della targa prova su veicoli sprovvisti di copertura RC Auto, ha creato una confusione assurda che si è ripercossa negativamente sulla categoria e, in alcuni casi anche con il danno di una sanzione comminate da Forze Leggi tutto

Please follow and like us: