Confartigianato veneto

SIGLATO IL PROTOCOLLO D’INTESA IN MATERIA DI FRODI ASSICURATIVE

ivassÈ stato diffuso il comunicato congiunto del 20 novembre con cui IVASS, la Procura Generale della Repubblica di Lecce, le Procure di Brindisi e Taranto e l’ANIA hanno siglato un Protocollo d’Intesa in materia di frodi assicurative.

Il nuovo protocollo si basa sulla condivisione agevolata e disciplinata dello scambio di informazioni e della collaborazione tra i soggetti firmatari, con lo scopo di rendere più efficace e tempestiva qualunque azione di prevenzione e contrasto delle frodi assicurative, nonché di accelerare i tempi dei processi giudiziari: a tal scopo, tra i punti dell’accordo è previsto che IVASS conceda alle Procure l’accesso completo alle sue banche dati, tra cui la Banca Dati Sinistri, l’Anagrafe Testimoni e l’Anagrafe Danneggiati, oltre a fornire, su richiesta, anche le informazioni registrate dall’Archivio Integrato Antifrode.

A questo impegno di IVASS, corrisponderà, da parte delle compagnie assicurative, l’identificazione, all’interno delle proprie strutture organizzative, di uno o più referenti che abbiano lo scopo specifico di acquisire e comunicare alle Procure le informazioni di interesse investigativo di cui esse siano in possesso.

L’accordo così definito sembra infine mettere d’accordo tutte le parti: Riccardo Cesari, Consigliere IVASS, lo definisce <<Un’efficace lotta alle frodi richiede un forte coordinamento tra soggetti pubblici e privati. Questo protocollo è un importante passo in questa direzione.>>, mentre Umberto Guidoni, Responsabile Auto di ANIA, dichiara che <<La possibilità per le Procure di accedere alle banche dati dell’IVASS produrrà due effetti positivi: renderà più efficace l’attività antifrode delle imprese e sarà un deterrente per chi vuole intraprendere azioni speculative.>>

 

 

Please follow and like us:
Tempario Footer