Districo per Autopromotec

PSA – TOYOTA: FINE DELL’ERA DELLE UTILITARIE

psa-toyotaI due gruppi automobilistici porranno fine alla loro collaborazione nel 2021, in occasione del ventennale della loro alleanza. L’indiscrezione arriva dal quotidiano francese Les Echos, secondo cui i tre costruttori porranno fine alla produzione delle tre utilitarie Citroën C1, Peugeot 108 e Toyota Aygo, realizzate nella fabbrica ceca di Kolin a partire dalla stessa piattaforma e solo con una diversa carrozzeria prima del rinnovo dei modelli del 2014.

Nessun commento è arrivato ancora da Peugeot-Citroën: la partnership, realizzata nella forma di una joint-venture con la fabbrica di Kolin, avrebbe riscosso un enorme successo agli inizi della collaborazione, ma nel 2017 la produzione dell’impianto avrebbe raggiunto un totale di soli 109 mila veicoli, contro i 132 dell’anno precedente; non solo, ma a 16 anni dall’avvio della sinergia, il segmento delle city-car rappresenta l’8% del mercato europeo, con circa 1 milione di vetture all’anno e vendite che non accennano ad aumentare, in un mercato ormai saturo e sovraffollato di proposte, soprattutto dopo la spettacolare ascesa di Kia e Hyundai. In generale, le utilitarie sono progettati attraverso alleanze industriali PSA con Toyota, Daimler Renault (Twingo / Smart) o Volkswagen (che li sviluppa sotto i 3 diversi marchi VW Up!, Skoda Citigo e Seat Mii), ma i costi di sviluppo, anche in comune, sono relativamente alti per questo genere di veicoli, nonostante le ridotte dimensioni e la produzione delocalizzata in paesi a basso costo del lavoro: all’aumento dei costi contribuiscono soprattutto i nuovi standard normativi, da quelli di emissione ai crash test, che rischiano di diventare economicamente proibitivi per un genere di vettura votato all’essenzialità.

La soluzione più probabile, a questo punto, sarebbe per PSA rivedere la propria partnership con il gruppo giapponese, rinunciando alle city-car o realizzando le eredi delle C1 e 108 sfruttando le sinergie con la Opel, entrata a far parte l’anno scorso del gruppo francese; questo significherebbe rivendere a Toyota le proprie quote nella joint-venture, poiché i metodi di produzione dell’impianto di Kolin sarebbero in effetti più in linea con i metodi di produzione del gruppo giapponese.

Ma la fine della cooperazione nel settore delle utilitarie non implica che i due marchi smetteranno di lavorare insieme: entrambi hanno già dichiarato di voler estendere la propria collaborazione nel campo dei veicoli commerciali, in cui stanno già collaborando nella fabbrica francese di Lieu Saint-Amand, nei pressi di Valenciennes, riconducibile alla società Sevel Nord, dove vengono prodotti. Questa collaborazione verrà a questo punto estesa anche alla fabbrica PSA a Vigo, in Spagna, dove attualmente produce Citroën Berlingo o Peugeot Partner.

 

Please follow and like us:
Tempario Footer