Confartigianato veneto

Lo stabilimento FIAT RIVALTA convertito nel centro globale MOPAR

Stabilimento Fiat_RivaltaNuova vita per lo stabilimento nato nel 1967, a circa 10 chilometri dalla sede di Mirafiori, in cui nel corso degli anni sono state prodotte la 850, le 124 Coupé e Spider, la Dino e infine Ritmo e Bravo, nonché modelli degli altri marchi del gruppo come Lancia Delta, Prisma, K, Lybra, Thesis e l’Alfa Romeo 166.

<<Alla luce dello sviluppo del brand Mopar a livello internazionale, la soddisfazione dei clienti continua ad essere una delle nostre principali priorità globali,>> sottolinea Pietro Gorlier, Global Head of Parts and Service (Mopar) e Chief Operating Officer della regione EMEA. <<La consegna del ricambio giusto al momento giusto a livello globale è il nostro core business, pertanto continuiamo a investire in oltre 50 centri di distribuzione ricambi nel mondo. Nel caso di Rivalta, è per noi motivo di orgoglio far rivivere uno stabilimento simbolo di una grande eredità industriale e trasformarlo in un centro di distribuzione internazionale di ricambi, all’avanguardia e innovativo che servirà i nostri mercati in Europa e oltre mare.>>

Lo stabilimento, in disuso ormai dal 2002, diventerà in definitiva uno dei centri globali di distribuzione ricambi del brand Mopar, e quindi dal 2020 quartier generale regionale, al servizio dell’area EMEA (Europa, Medio Oriente, Adrica), e degli altri mercati globali, con oltre 5.000 nuove destinazioni per i pezzi di ricambio: nell’ultimo anno, il marchio Mopar ha rifornito la sola Area EMEA con più di 47.000 tonnellate di ricambi e accessori, e soltanto in Europa, il marchio offre una disponibilità di oltre 260.000 accessori e ricambi per tutti i brand di veicoli del gruppo FCA.

Il rilancio dello stabilimento passa attraverso un progetto, presentato già lo scorso febbraio dal gruppo FCA, che prevede lo sviluppo di un’area di 340.000 metri quadrati, di cui 40.000 saranno dedicati a nuove strutture per la logistica e i ricambi del gruppo, e gli altri verranno suddivisi tra la realizzazione di nuovi uffici e sale riunioni, con una particolare attenzione che i magazzini per lo stoccaggio della merce e le postazioni dei dipendenti garantiscano le migliori condizioni di lavoro in termini di illuminazione, temperatura e arredamento; il progetto include inoltre una sala conferenza, caffetteria e ristoranti, un parcheggio e un’area paesaggistica per i momenti di svago del personale.

Le nuove strutture della Mopar saranno progettate nel rispetto di criteri di massima efficienza energetica e sostenibilità ambientale: largo uso, dunque, di materiali ecosostenibili, saranno inoltre dotate di un sistema di recupero dell’acqua piovana e pannelli fotovoltaici per la produzione dell’energia elettrica, ma sarà garantita anche la massima efficienza del ciclo di vita delle risorse, con particolare attenzione allo smaltimento delle merci. La Mopar, inoltre, ha come obiettivo quello di eliminare ogni spreco nei processi logistici: secondo quanto dichiarato, nel 2017 è stata l’unica azienda di ricambi ad aver ottenuto la certificazione mondiale “livello Silver Medal” del programma “World Class Logistic”.

 

Please follow and like us:
Tempario Footer